Dal 1° Dicembre 2016, ICANN applicherà nuove procedure per la modifica dei dati del registrante dei domini della gTLD come .net, .com, .org e tutti i nuovi domini introdotti negli ultimi mesi. E’ necessario essere al corrente delle modifiche e verificare i dati dei propri domini per non incorrere in limitazioni o problemi in caso di necessità di aggiornamento dei dati del registrante. La variazione delle procedure non interessa solo i domini di VaiSulWeb ma tutti i registrar e non si applicherà ai domini della ccTLD, quelli nazionali, come i .it, i .fr o .de.

TL;DR – Cosa è necessario fare
In sintesi, le operazioni che è necessario effettuare:
  • verificare che l’indirizzo e-mail associato al registrante sia valido ed attivo;
  • richiedere qualsiasi modifica al registrante prima del 1° Dicembre 2016 per utilizzare le vecchie procedure;
  • valutare la possibilità di modificare il numero di telefono associato al registrante con un numero che possa ricevere SMS, considerando però le possibili implicazioni in termini di privacy;
  • ricordare che i domini saranno bloccati per 60gg dopo una modifica;
  • i costi associati all’operazione non cambiano.
Cosa cambia

ICANN ha deciso di modificare la procedura necessaria per variare i dati del registrante di un dominio. L’obiettivo è quello di rendere più evidente qualsiasi modifica ai dati e prevenire abusi, in particolare trasferimenti non autorizzati. Dal 1° Dicembre 2016 qualsiasi modifica dei seguenti campi del registrante farà scattare la nuova procedura:

Nome
Cognome
Organizzazione / Società
E-Mail

Quando anche uno solo dei campi indicati verrà modificato, il registrar che gestisce il dominio invierà automaticamente una e-mail di conferma al vecchio registrant ed al nuovo ed i due soggetti dovranno approvare le modifiche perchè queste diventino effettive. Se uno dei due non le approverà o non risponderà entro 7gg, le modifiche verranno annullate. In caso di variazione di un campo diverso da quello e-mail, il registrant riceverà due e-mail separate e dovrà confermare le procedure in entrambi i casi.

Attenzione: la nuova procedura scatterà solo in seguito alla variazione di uno dei campi indicati e solo per il registrant. Sono quindi esclusi tutti gli altri contatti.
Dominio bloccato per 60gg dopo le modifiche

Una importante novità riguarda il blocco del trasferimento di un dominio dopo la modifica del registrante. Le nuove policy imporranno infatti l’impossibilità di trasferire il dominio ad altro registrar per 60gg e questo comporta quindi la necessità di progettare con più accuratezza le modifiche al registrant se deve poi essere effettuato un trasferimento.

Sottolineiamo ancora una volta che le nuove procedure sono pensate per prevenire gli abusi e le truffe ed il ritardo imposto nel trasferimento rende più difficile uno spostamento abusivo.

Attenzione: dopo la modifica dei dati del registrant sottoposti a verifica, il dominio sarà bloccato per 60gg e non potrà essere trasferito.
Annotazioni importanti

I nostri clienti devono prestare particolare cura nella modifica dell’indirizzo e-mail del registrante dei loro domini. Qualora infatti l’indirizzo e-mail in questione non fosse valido o attivo, la procedura di modifica dei dati non sarebbe possibile perché la mail di conferma non potrebbe essere ricevuta.

Fino al 1° Dicembre 2016, le modifiche non incorreranno in queste limitazioni quindi consigliamo ai nostri clienti di verificare se siano necessarie cambiamenti ed apportarli prima di quella data.

Autorizzazione via SMS

In caso di e-mail del registrante non valida o non più attiva, alcuni registrar consentiranno l’invio di un SMS di autorizzazione al numero di telefono specificato nei dati dello stesso registrante. L’SMS conterrà un link per autorizzare le modifiche senza la necessità di ricevere l’apposita e-mail. Il numero indicato deve ovviamente essere in grado di ricevere un SMS quindi non essere, ad esempio, un numero di linea fissa.

E’ possibile quindi valutare l’opportunità di modificare il numero associato al registrante (la cosa non richiede autorizzazione) per inserire un numero di un dispositivo mobile o di altro dispositivo in grado di ricevere SMS. Bisognerà tenere presente però che questo dato sarà pubblico e sarà quindi necessario bilanciare praticità (la ricezione dell’SMS) con privacy (la possibilità di pubblicare un numero di telefono non sensibile).

La possibilità di ricevere un SMS deve essere considerata solo una misura di emergenza e comporta, quando disponibile, costi aggiuntivi. E’ pertanto consigliabile prestare la massima attenzione nell’usare un indirizzo e-mail valido e mantenerlo aggiornato.

Attenzione: l’uso di un SMS come metodo di autorizzazione NON è supportato da tutti i registrar. Quando supportato comporta costi aggiuntivi.
Impatto sulle procedure interne a VaiSulWeb

Le nuove procedure avranno un impatto su come VaiSulWeb gestirà le modifiche ai dati del registrant per i domini gTLD e quindi i trasferimenti tra registrant. In precedenza era necessaria una cessione documentata tra nuovo e vecchio registrant per la modifica dei dati ma con le nuove policy la procedura sarà notevolmente più snella. L’autenticazione e la conferma del consenso faranno parte del processo di trasferimento rendendo inutile, nella maggior parte dei casi, l’invio di materiale cartaceo incluso anche quello relativo ai documenti di identificazione dei diversi soggetti coinvolti.

Impatto sui costi

I costi dell’operazione di modifica delle impostazioni non cambiano. Come sempre verranno addebitati per l’operazione i costi pari ad un’ora di assistenza extra, alle tariffe stabilite. Tuttavia la possibilità di eliminare il passaggio cartaceo consente di progettare una procedura di riassegnazione completamente automatica, posto che ci siano le condizioni favorevoli (e-mail attive) e pianifichiamo quindi di rendere disponibile più avanti nel corso dell’anno la possibilità di procedere a modifiche e riassegnazioni di domini della gTLD completamente gratuite.

Per qualsiasi ulteriore informazione, invitiamo i nostri clienti a contattare il nostro servizio di assistenza.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail